Rapporti tecnici

×

Messaggio di errore

User warning: The following module is missing from the file system: google_charts. For information about how to fix this, see the documentation page. in _drupal_trigger_error_with_delayed_logging() (linea 1143 di /var/www/vhosts/stage.inapp.org/httpdocs/includes/bootstrap.inc).

Ricadute occupazionali dell'epidemia da Covid - 19, azioni idonee a fronteggiare le situazioni di crisi e necessità di garantire la sicurezza sanitaria nei luoghi di lavoro

Maggio, 2020

Fadda, Sebastiano

Documento presentato dal Presidente Inapp, Sebastiano Fadda, presso la Commissione lavoro pubblico e privato, previdenza sociale del Senato, nel corso dell'audizione del 26 maggio 2020. Il Presidente ha riferito in merito alle ricadute occupazionali dell'epidemia da Covid-19, evidenziando la azioni idonee a fronteggiare le situazioni di crisi e a garantire la sicurezza sanitaria nei luoghi di lavoro.

I settori economici essenziali nella fase 2: impatto sui lavoratori e rischio di contagio

Maggio, 2020

INPS ; INAPP

Per contrastare la diffusione della pandemia Covid-19 il Governo Italiano ha posto in essere diverse misure di contenimento, tra le quali la chiusura di alcune attività economiche definite rispetto a specifici codici della classificazione settoriale ATECO 20071. In particolare, il DPCM del 22 marzo 2020 (e successive modifiche) fornisce la prima lista dei settori essenziali autorizzati a continuare nelle rispettive attività (con conseguente fermo per i settori non elencati, ad esclusione di quelli in cui le mansioni possano essere svolte in smart working, oppure non siano oggetto di deroghe dalle prefetture). Il 26 aprile è seguito un altro DPCM che prevede la riapertura di una parte rilevante dei settori bloccati il 22 marzo, operativo dal 4 maggio. Un primo obiettivo di questa nota congiunta Inps-Inapp è di caratterizzare le differenze individuali e strutturali fra l’insieme dei lavoratori in settori essenziali e settori bloccati dalla data del 4 maggio, al fine di fornire informazioni al dibattito pubblico e al policy maker.

Youth employment partnership [...] The WP 3 National Report - Italy. Draft

Aprile, 2020

Collegio Carlo Alberto ; INAPP

This study aims to evaluate the impact of both economic incentive in hiring young workers in open-ended jobs caused by social security costs rebates (Law 190/2014, art. 1, c. 118) and the reduced firing cost of open-ended employees (Legislative Decree 23/2015 under Law 183/2014). After the description of the institutional context in which such actions have been introduced, the report provides a literature-based overview concerning the policies under scrutiny. Specific sections provide the description of the administrative data sources and the sample characteristics, and the explanation of the empirical strategy outlined. Final sections are dedicated to exhibit the results of the counterfactual evaluation conducted, to draw conclusions and to provide recommendations based on the study findings.

Contrasto al precariato: l’effetto sulle assunzioni dei giovani degli incentivi alle imprese e delle aspettative sui minori costi di licenziamento. Una valutazione con metodo controfattuale. Tesi

Marzo, 2020

INAPP ; Deidda, Massimiliano

In questa tesi si presenta un esercizio di valutazione con metodologia controfattuale finalizzato a stimare l’effetto di due interventi di politica pubblica sulle assunzioni di giovani a tempo indeterminato.

Risultati dell'Indagine sugli esiti formativi-occupazionali dei percorsi IeFP e IFTS. Executive summary

Novembre, 2019

INAPP

Executive summary dell'Indagine Inapp realizzata con l'obiettivo di integrare la conoscenza sui processi di transizione al lavoro con le informazioni relative alle altre filiere formative professionalizzanti, analizzando quindi la condizione occupazionale: degli specializzati nei corsi annuali IFTS; dei qualificati nei percorsi triennali di IeFP; dei diplomati nei percorsi quadriennali di IeFP.

L’integrazione delle persone migranti: un’introduzione ai problemi

Novembre, 2019

INAPP ; Chiurco, Lucia ; Criscuolo, Maria Francesca

L’obiettivo del presente Rapporto è rappresentare il dibattito scientifico sul tema dell’integrazione delle persone con background migratorio nelle società di accoglienza, con riferimento agli aspetti definitori e concettuali e analizzare i principali modelli interpretativi dell’integrazione alla luce di alcune esperienze nazionali. Il Rapporto è un primo esito della rassegna sui profili di integrazione svolta nell’ambito del Progetto Strategico Inapp “L’integrazione sociale e lavorativa dei migranti in Italia: aspetti analitici ed empirici”.

Integrazione dei migranti: schede descrittive dei principali sistemi di misurazione

Novembre, 2019

INAPP ; Chiurco, Lucia ; Pomponi, Francesco

Il Rapporto è stato realizzato in esito ad una ricognizione sui modelli di misurazione/valutazione dell’integrazione delle persone migranti e delle politiche correlate, svolta nell’ambito del Progetto Strategico Inapp “L’integrazione sociale e lavorativa dei migranti in Italia: aspetti analitici ed empirici”.

La contrattazione collettiva di secondo livello in materia di responsabilità sociale d'impresa

Novembre, 2019

INAPP ; Nicoletti, Paola

Il report si apre con l’analisi degli obiettivi e delle più recenti tendenze nella ontrattazione aziendale e territoriale, per poi proseguire con una puntuale analisi cronologica dell’evoluzione delle normative che, soprattutto a partire dal 2016, hanno favorito la contrattazione decentrata e il welfare aziendale. Una specifica attenzione è stata rivolta allo scenario dei contratti aziendali e territoriali che prevedono la trasformazione del premio di produttività in misure di welfare aziendale. Il report presenta, infine, tre modelli di contrattazione di secondo livello in materia di responsabilità sociale e welfare.

Higher educated, lower paid: the fixed-term wage penalty among graduates (Paper)

Settembre, 2019

Brunetti, Irene ; Cirillo, Valeria ; Ferri, Valentina

Is there a wage penalty between temporary and permanent higher educated workers? To which extent does this wage penalty vary between high-paid and low-paid jobs? This study contributes to provide an answer to these questions by taking advantage of data on job placement of graduates drawn from the Inserimento Professionale dei Laureati (2015), a survey conducted by the National Institute of Statistics (Istat).

Innovazione tecnologica e over 50. Quale futuro? Il caso del polo dell’occhialeria di Belluno

Settembre, 2019

INAPP ; Aversa, Maria Luisa ; Checcucci, Pietro ; Iadevaia, Valeria

Nel presente lavoro sono illustrati i primi risultati di uno studio INAPP, preliminare a una successiva indagine più ampia, che indaga la relazione tra l’occupabilità dei lavoratori over 50 e introduzione di innovazioni tecnologiche 4.0. Sulla base della rilevanza assunta dalla dimensione della localizzazione produttiva nei confronti delle direttrici della digitalizzazione dell’economia italiana, lo studio si è focalizzato sui distretti a prevalente vocazione manifatturiera.

La questione culturale in Italia tra le sfide europee e il dualismo regionale

Settembre, 2019

INAPP ; Filosa, Giovanna

Il documento analizza i dati derivanti da diverse fonti statistiche (Eurostat LFS "Labor Force Survey" e CVTS "Continuing Vocational Training Survey"; Istat RCFL “Rilevazione continua sulle forze di lavoro”; Inapp/Isfol IAS "Intangible Asset Survey", OFP "Indagine sull’offerta formativa professionale") al fine di indagare i gap regionali negli investimenti in capitale umano rispetto ai benchmark europei, in particolare attraverso l'analisi SMOP (Surface Measure of Overall Performance). Tutti questi dati confermano che la dimensione aziendale è una variabile critica per quanto riguarda la propensione all’investimento in formazione e in innovazione, e conseguentemente, la capacità di creare occupazione e più in generale di competere in un mercato sempre più globalizzato.

Percorsi di analisi dei processi di implementazione delle politiche di contrasto alla povertà: il Reddito di Inclusione nelle Regioni italiane (Paper)

Settembre, 2019

INAPP ; Ancora, Anna

La relazione presenta il ReI nelle sue parti costitutive, a partire dalle principali tappe sperimentali (CAS e SIA) che hanno preceduto il suo ingresso, e ne illustra le principali analogie e differenze. Ripercorre la struttura logica, dell’azione dalla fase di progettazione a quella di declinazione delle operazioni di realizzazione. L’attenzione maggiore viene posta sugli aspetti di approccio e di metodo, al fine di offrire spunti di riflessione proprio sulle questioni metodologiche che l’attività di valutazione di una politica pubblica implica e sugli esiti che può produrre. La relazione si conclude con quanto emerso dalle interviste ai responsabili di Regione nel tentativo di evidenziare sia gli aspetti specifici delle esperienze delle Regioni, che hanno partecipato all’indagine, che le uniformità rinvenibili dalla comparazione dei contesti osservati.

La collaborazione tra professionisti e operatori sociali nelle politiche a contrasto della povertà: il ruolo dell’equipe multidisciplinare

Settembre, 2019

D'Emilione, Matteo ; Giuliano, Giovanna

Negli ultimi anni la metodologia di lavoro dell’equipe multidisciplinare ha trovato crescente spazio nei principali provvedimenti attuativi delle misure di contrasto alla povertà a livello nazionale e non solo. Ma cosa accade quando dalla norma si passa all’attuazione? Cosa è avvenuto nei contesti nei quali la collaborazione tra operatori e professionisti appartenenti anche a diversi servizi è stata avviata? E come si sono organizzati (o provano ad organizzarsi) i diversi contesti territoriali? Il presente contributo cerca di rispondere a tali domande, attraverso l’analisi condotta nell’ambito di lavori di valutazione e ricerca realizzati sulle tre misure: Carta Acquisti (CAS), Sostegno all’inclusione attiva (SIA), Reddito d'inclusione (REI).

La formazione continua finanziata da Fondimpresa: un contributo per dare più valore al lavoro nelle aziende

Settembre, 2019

Fondimpresa ; INAPP

Il Monitoraggio Valutativo è un processo attraverso cui Fondimpresa si propone di rilevare l’andamento della formazione finanziata tramite il Conto di Sistema e il Conto Formazione per evidenziare il valore e l’importanza della formazione continua. In tale contesto, Fondimpresa e INAPP hanno stipulato una Convenzione di Collaborazione Istituzionale che, dal 2018, è servita ad implementare il percorso di Monitoraggio Valutativo di Fondimpresa, già avviato da tempo.

Gli investimenti in early childhood education: il caso italiano (paper)

Settembre, 2019

Marucci, Marco ; Rosiello, Alessia

L'indagine si focalizza sull’approfondimento della relazione tra maggiori investimenti nei servizi di educazione per la prima infanzia (early childhood education) e il ritorno sociale di tali investimenti già sperimentato in programmi pluriennali.

Ecosistemi territoriali 4.0: modelli e approcci per lo sviluppo del valore del lavoro e la circolazione delle competenze

Settembre, 2019

INAPP ; Iadevaia, Valeria ; Resce, Massimo

Il paper, presentato alla XV Conferenza AISRe, illustra i risultati di un approfondimento dello studio "Ecosistemi 4.0, digital innovation hub, competence center" realizzato nel corso 2018 finalizzato ad analizzare le trasformazioni in atto nei sistemi produttivi locali, determinate da quel fenomeno ormai individuato come quarta rivoluzione industriale, e le implicazioni sul mondo del lavoro e l’occupazione. Nello specifico, il paper analizza pratiche di condivisione e circolazione delle competenze 4.0 sperimentate da alcuni Digital Innovation Hub attivi sul territorio con l’obiettivo di evidenziarne le caratteristiche, punti di forza, modalità di coinvolgimento degli attori a livello territoriale e di collaborazione tra pubblico e privato.

The dark side of the moon. Generative mechanisms and perverse effects in the implementation of Italian poverty reduction policies (paper)

Settembre, 2019

INAPP ; D'Emilione, Matteo ; Luisi, Daniela

Over the last few years, from 2013 to 2019, a series of reforms to combat poverty have been implemented by the Italian government. The first pilot project, the ‘New Social Card’ (CAS) was implemented in the major metropolitan areas. The second, ‘Support for Active Inclusion’ (SIA) was implemented at a national level and was followed by another measure called ‘Inclusion Income’ (REI). Most recently, in March 2019, another measure has been launched that has replaced ‘Inclusion income’, called ‘Citizenship Income’ (RdC). Together with the introduction of national measures, many Italian regions have begun to implement their own measures to combat poverty, measures that are often complementary (or compensatory?) with respect to national ones.

L’ambiente sociale di lavoro: istruzione, genere ed età nei contesti produttivi italiani. Settembre 2019

Settembre, 2019

INAPP

La costruzione di un sano ambiente sociale di lavoro passa attraverso il contrasto alle disuguaglianze e alle discriminazioni e si associa alla valorizzazione dei livelli d’istruzione e delle competenze. Lo studio dell’ambiente sociale può offrire un’importante base di conoscenza per progettare strumenti e politiche finalizzati a valorizzare la qualità del lavoro, nell’ottica di incrementare i benefici e attenuare i costi sociali connessi ai mutamenti in atto nel mondo del lavoro, anche in seguito alla transizione tecnologica in atto. Al riguardo l’analisi dell’ambiente sociale di lavoro, può essere emblematica, altresì, per svelare gran parte delle trasformazioni in atto in ambito culturale, socioeconomico e lavorativo. Nel presente lavoro, si sono analizzati tutti quegli elementi in grado di rivelare in che modo le persone abitano, riempiono lo spazio relazionale del proprio ambiente lavorativo: se sono, ad esempio, a loro agio sul luogo di lavoro, se hanno buoni rapporti con i colleghi e con i superiori, se hanno un rinvio positivo dall’intero ecosistema lavorativo.

Relazione ex lege 845/78 art. 20 sullo stato e sulle previsioni delle attività di formazione professionale. Annualità 2017

Agosto, 2019

INAPP ; D'Arcangelo, Anna ; Guarascio, Dario

Il presente Rapporto analizza le recenti evoluzioni del sistema formativo italiano anche a fronte dei profondi cambiamenti che investono tutti i settori dell’economia e della società. il documento apre con un’analisi ad ampio spettro circa la dinamica del sistema formativo nazionale alla luce dei target Europa 2020. Vengono quindi approfonditi aspetti di criticità del sistema italiano come la dispersione scolastica e forniti elementi per una disamina dei diversi segmenti dell’offerta formativa alla luce dei recenti interventi di riforma e delle modificazioni nell’assetto istituzionale che ne sono seguite.

Riprogettare il cambiamento attraverso la Customer Satisfaction

Luglio, 2019

Carlucci, Chiara ; Giovannetti, Marzia

Partendo da un approccio che vede la CS come processo e non come risultato, e da un ragionamento complessivo che considera il cittadino come cliente di un servizio, lo studio si propone di rilevare - a livello nazionale ed europeo - alcune buone pratiche nella gestione del servizio al pubblico erogato tramite gli URP, per arrivare a proporre un modello di questionario. Dopo un quadro concettuale di riferimento, vengono analizzati singoli casi di CS a livello di amministrazione, regionale ed europeo. Per ognuno dei casi viene segnalata, tramite una scheda, la documentazione relativa alla rilevazione della CS nonché qualsiasi altra informazione necessaria e sufficiente a delineare, nell’ottica di benchmarking, quali siano le caratteristiche di un sistema di rilevamento del feedback del cittadino/cliente.

L'apprendistato tra continuità e innovazione : 18. rapporto di monitoraggio

Giugno, 2019

INAPP ; INPS ; D'Arcangelo, Anna ; Romito, Alessia

Il Rapporto presenta, per le annualità 2016 e 2017 lo stato di avanzamento dell’occupazione in apprendistato nel nostro Paese e i dati della partecipazione alla formazione pubblica, sulla base dell’offerta programmata dalle Regioni e Province Autonome. Il primo capitolo propone un’analisi sull’evoluzione dell’occupazione in apprendistato nel periodo 2015-2017 realizzata dall’Inps e basata sui propri archivi amministrativi; il secondo illustra i dati relativi alla partecipazione ai percorsi formativi degli apprendisti delle tre tipologie contrattuali ed organizzati nell’ambito dell’offerta di formazione pubblica dalle Regioni e Provincie autonome, con un approfondimento sulle risorse finanziarie impegnate e spese. Nel terzo capitolo viene presentata un’analisi per ciascuna tipologia di apprendistato relativamente all’evoluzione delle regolamentazioni regionali in materia. Sono inoltre esaminati gli Accordi interconfederali e i CCNL che le Parti sociali hanno sottoscritto nel corso del 2016, per disciplinare gli aspetti relativi al rapporto di lavoro in apprendistato alla luce delle modifiche introdotte dal D.Lgs. n. 81/2015. Viene, infine, proposta una sintesi dei lavori realizzati nell’ambito della definizione del Repertorio nazionale dei profili dell’apprendistato.

L'Apprendistato tra continuità e innovazione. 18. Rapporto di monitoraggio. Executive Summary

Giugno, 2019

INAPP

Vengono forniti dati e informazioni di sintesi del XVIII Rapporto di monitoraggio sull'apprendistato. Elaborato dall’Inapp per conto del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali (MLPS), in collaborazione con Inps, il rapporto presenta, per le annualità 2016 e 2017, lo stato di avanzamento dell’occupazione in apprendistato nel nostro Paese e i dati della partecipazione alla formazione pubblica, sulla base dell’offerta programmata dalle Regioni e Province autonome.

Rapporto annuale sul sistema IeFP: a.f. 2016-2017

Maggio, 2019

INAPP

L’Inapp redige annualmente, per conto del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, un rapporto di monitoraggio sul sistema di Istruzione e Formazione Professionale utile a descrivere lo stato dell’arte del sistema IeFP, segmento del sistema educativo nazionale per i giovani minori di 18 anni. Il periodo di pertinenza dei rapporti pervenuti riguarda l’anno formativo 2016-17, mentre le informazioni relative alle risorse finanziarie si riferiscono all’anno solare 2017.

Rapporto annuale sulla sperimentazione del sistema duale nella IeFP: a.f. 2016-2017

Maggio, 2019

INAPP

Il report restituisce lo stato di avanzamento della partecipazione ai percorsi sperimentali del sistema duale della IeFP, promossi dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e avviati a seguito dell’intesa del 24 settembre 2015 e dei successivi protocolli tra lo stesso Ministero e le Amministrazioni regionali. Il lavoro riguarda la prima annualità sperimentale, che ha interessato l’anno formativo 2016-17 (anno solare 2016 in riferimento ai percorsi modulari, IFTS ed alle risorse finanziarie).

Gender policies report 2018. Sintesi

Maggio, 2019

INAPP

Sintesi del Gender policies report 2018 che ha l'obiettivo di fornire un quadro descrittivo e analitico (non di carattere congiunturale, ma strutturale) della configurazione del mercato del lavoro femminile in Italia e dell’adozione di policies aventi effetto diretto o indiretto in chiave di genere.

Anticipazione dei fabbisogni professionali nella green economy

Dicembre, 2018

Fioravanti, Ludovico ; Mereu, Maria Grazia

La sperimentazione delle metodologie di scenario, che rientrano tra le tecniche di foresight maggiormente utilizzate, ha permesso in maniera efficace il processo di anticipazione dei fabbisogni di determinati settori della green economy. Un gruppo di esperti ha costruito un percorso di lavoro capace di identificare i trend ed i drivers del cambiamento utili all’esplorazione e alla prefigurazione dello scenario più probabile, tra quelli eventuali. In questo contesto, l’edilizia sostenibile e il ciclo integrato dei rifiuti sono stati individuati come ambiti particolarmente strategici nel più ampio panorama della Green economy, di cui il presente report presenta i risultati di una approfondita ricerca.

The Silver Innovation. Older workers characteristics and digitalisation of the economy

Dicembre, 2018

Checcucci, Pietro

The paper attempts to provide an initial framing of the problematic relationship which intervenes between digital innovation and employability of older workers. The discussion will offer a possible interpretation of on-going transformations and a provisional explanation of the current situation in Italy. The contribution will summarize the most important demographic transformations which affected the labour market during these years, in the light of the (potentially) disruptive spread of digital technologies.

Ecosistemi 4.0, Digital innovation hub, competence center e circolazione delle competenze. Paper

Dicembre, 2018

Iadevaia, Valeria ; Resce, Massimo

Il paper si focalizza sul ruolo che i Dih (Digital Innovation Hub) possono svolgere non solo nel fare da ponte tra il mondo delle imprese, della formazione e dell’innovazione, ma anche come promotori di quell’ecosistema dell’innovazione territoriale in grado di collegare imprese, università e mondo della ricerca, investitori e enti locali, al fine di mettere a disposizione tutte le competenze necessarie a supporto della costruzione di una società 4.0.

Gender policies report

Dicembre, 2018

INAPP

Il rapporto rappresenta l’occasione periodica per fare il punto sullo stato del mercato del lavoro femminile - in ottica non congiunturale ma strutturale - e per richiamare l’attenzione su alcuni temi rilevanti e sulle policies che direttamente e indirettamente si rivolgono a questo target.

Contratto a tutele crescenti. Valutazione dell'impatto sulle cessazioni di rapporto di lavoro. Dicembre 2018

Dicembre, 2018

INAPP ; Centra, Marco

La riforma nota come Jobs Act (legge n. 184/2014) è intervenuta modificando aspetti importanti della regolamentazione del lavoro, tra i quali il regime di tutele sul licenziamento previste dall'art. 18 dello Statuto dei lavoratori. Nel 2015 è stato introdotto il cd. contratto a tutele crescenti (D. Lgs. n. 23/2015) applicato ai lavoratori dipendenti assunti dal marzo 2015. Lo studio è volto ad identificare l'effetto congiunto nel 2015 degli incentivi e dalla rimodulazione delle tutele sul licenziamento introdotte dal contratto a tutele crescenti.

Contrattazione decentrata e detassazione del salario di produttività. Dicembre 2018

Dicembre, 2018

INAPP

La legge di Stabilità per il 2016 ha rimodulatato ed rinforzato un istituto da tempo presente nell’ordinamento e consistente in una tassazione agevolata – un’imposta sostitutiva dell’IRPEF e delle relative addizionali regionali e comunali al 10% – in favore dei premi di risultato disciplinati nell’ambito della contrattazione di secondo livello. Il presente studio analizza, dopo un triennio di applicazione stabile della misura e alla luce del contesto in cui la stessa ha agito, se la stessa è riuscita a contribuire ad intaccare i tratti tipici del nostro sistema di contrattazione collettiva, agendo da volano alla diffusione del secondo livello di contrattazione collettiva, oppure si è trattato di uno strumento, di abbattimento del costo del lavoro.

Analisi dei dati Audit dei fabbisogni professionali. Dicembre 2018

Dicembre, 2018

INAPP

Il presente contributo fornisce una prima serie di evidenze concernenti i fabbisogni di aggiornamento delle competenze della forza lavoro occupata italiana. I dati derivano dalla terza edizione (anno 2017) dell’indagine INAPP “Audit sui fabbisogni professionali. L’indagine coinvolge un campione rappresentativo di 35.000 imprese con almeno un dipendente e fornisce informazioni di dettaglio circa le figure professionali occupate e le relative conoscenze e competenze da aggiornare.

Valutazione dei sistemi di offerta di apprendimento e stima dell’adeguatezza dell’offerta di qualificazioni rispetto ai fabbisogni produttivi. Dicembre 2018

Dicembre, 2018

INAPP

La presente attività di ricerca si è proposta di utilizzare l’Atlante del lavoro e delle qualificazioni con l’obiettivo di valutare l’adeguatezza dell’offerta formativa relativa alla Formazione regionale e all’Istruzione e Formazione professionale (ad eccezione dell’offerta degli ITS) in relazione ai fabbisogni produttivi espressi dal mondo del lavoro. A tale scopo congiuntamente alle informazioni contenute nell’Atlante sono state analizzate anche le informazioni provenienti dalla banca dati ISTAT sull’occupazione (Forze di lavoro), relativi alle annualità dal 2011 al 2016.

Analisi dell’impatto del cambiamento tecnologico su professioni, mansioni e competenze

Dicembre, 2018

INAPP

La base informativa utilizzata per l’analisi della struttura e della dinamica occupazionale in Italia per i periodi 2005-2010 e 2011-2016 qui proposta, è costituita da dati ottenuti dall’Indagine Campionaria sulle Professioni (ICP), condotta da Inapp-Istat nel 2007 e nel 2012, per quanto riguarda la natura delle mansioni e delle competenze che caratterizzano le singole professioni, e dalla Rilevazione Continua sulle Forze Lavoro (RCFL) dell’Istat, per quanto riguarda le variabili sociodemografiche e le tipologie contrattuali.

La domanda di lavoro discontinuo alla luce delle modifiche normative recenti. Dicembre 2018

Dicembre, 2018

INAPP

Il presente rapporto esamina l’andamento di medio e di breve periodo del lavoro discontinuo, intendendo con questa definizione, in modo ampio, le prestazioni lavorative che rispondono a necessità della domanda di lavoro di carattere episodico e prive di una cadenza temporale sistematica.

Studio pilota sull'invecchiamento della forza lavoro, finalizzato a sviluppare una prima analisi del contesto e una analisi di fattibilità per la realizzazione delle indagini. Dicembre 2018

Dicembre, 2018

INAPP

Il documento presenta il Rapporto finale dello Studio pilota sull'invecchiamento della forza lavoro, finalizzato a sviluppare una prima analisi del contesto e una analisi di fattibilità per la realizzazione delle indagini previste per le successive annualità 2019 e 2020.

Analisi socio-economiche di componenti specifici dei contenuti del lavoro, con particolare riferimento alle nuove tecnologie, e stima delle possibili modificazioni strutturali sul sistema delle competenze. Dicembre 2018

Dicembre, 2018

INAPP

Il lavoro preliminare svolto per l’impostazione della ricerca ha necessitato in primo luogo la definizione e costruzione del data set essenziale per l'analisi dei dati tratti dalla rilevazione campionaria sulle forze di lavoro Istat 1 (periodo 2011-2016) riletti secondo la logica dell’aggregazione settoriale del modello Atlante. L’ipotesi alla base dello studio è che l’approfondimento delle dinamiche lavorative settoriali, intendendo con questo nello specifico l’analisi della composizione dell’occupazione che afferisce a ciascun SEP-Atlante, possa essere una fonte importante di informazioni per il monitoraggio delle dinamiche evolutive dei sistemi di offerta nonché per lo studio delle dinamiche lavorative su cui il cambiamento tecnologico sta avendo una influenza significativa.

Approfondimenti, studi di caso e studi internazionali comparativi su temi inerenti aspetti di contenuto sulle filiere IeFP, IFTS, post-qualifica e post-diploma. Dicembre 2018

Dicembre, 2018

INAPP

L'idea di creare un ponte tra scuola e lavoro in Italia non ha ancora trovato terreno fertile e viene sottovalutata soprattutto nella misura in cui la formazione non sempre è concepita come un’opportunità. Ciò che emerge in maniera prorompente nel panorama nazionale italiano è l’esigenza del superamento delle vecchie concezioni secondo cui la scuola debba formare solo dei cittadini e le imprese debbano formare solo dei lavoratori. Queste due dimensioni non possono più rimanere avulse l’una dell’altra, ma devono trovare una sintesi in un nuovo concetto di scuola.

Pubblicazione di contributi sui focus tematici individuati nell’ambito della tematica della validazione. Dicembre 2018

Dicembre, 2018

INAPP

Il report si propone di collocare il concetto di competenza, introdotto in ambiti diversi e nel tentativo rispondere ad un ricco insieme di esigenze, anche fra loro confliggenti (o, se si preferisce, nascendo proprio in funzione ad esse), si presenta ad oggi notevolmente ambiguo, soprattutto in termini di definizione. Questo concetto si colloca su alcuni nodi chiave dei rapporti tra individui, economia e società.

La partecipazione ai percorsi IFTS, post-qualifica e post-diploma e presidio dell’avanzamento dei sistemi della formazione tecnica superiore (Rapporto annuale + Open data). Dicembre 2018

Dicembre, 2018

INAPP

L’Inapp è annualmente chiamato a fornire al gruppo di lavoro nazionale MIUR-ISTAT dati quali-quantitativi sulla partecipazione ai percorsi delle diverse filiere formative, ai fini di una successiva trasmissione di tali dati ad Eurostat. Anche al fine di acquisire un quadro conoscitivo il più possibile completo delle programmazioni regionali sulla formazione professionale, diamo conto in questo piccolo Report della rilevazione dei percorsi formativi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) conclusi nel corso del 2017 e dei percorsi post-qualifica e post-diploma riferiti all’anno formativo 2016-17.

Indagine triennale sul trattamento delle competenze nella formazione iniziale: l’approccio per learning outcomes nella IeFP. Dicembre 2018

Dicembre, 2018

INAPP

Il lavoro si è sostanziato, nella definizione di un framework per la rilevazione e l’analisi dell’approccio competence based nell’ambito dell’IeFP, procedendo alla messa a punto di un set di metodologie e strumenti da applicare sperimentalmente nell’ambito di specifici casi di studio, verificando modalità e livello di implementazione del trattamento delle competenze agito. L’elemento che si pone quale sostanziale baricentro di tale dispositivo è l’adozione dell’approccio learning outcomes oriented.

Indagine triennale sul trattamento delle competenze nella formazione iniziale: L’analisi del Repertorio IeFP (dalle figure nazionali alle curvature regionali). Annualità 2018.

Dicembre, 2018

INAPP

La presente indagine, mira a cogliere ed approfondire alcuni aspetti qualificanti delle effettive configurazioni assunte dagli standard nazionali IeFP nei contesti regionali.

Indagine triennale sul trattamento delle competenze nella formazione iniziale: Il sistema di offerta formativa IeFP e la domanda di competenze. Annualità 2018

Dicembre, 2018

INAPP

La presente indagine, nasce dall’esigenza di elaborare uno strumento in grado di cogliere la rispondenza dei set di competenze, nei quali è articolato il Repertorio nazionale degli standard formativi della filiera IeFP, alle richieste dal mercato del lavoro.

Studio di fattibilità per implementare il modello previsionale e report metodologico. Dicembre 2018

Dicembre, 2018

INAPP

Il modello econometrico utilizzato ai fini dell'anticipazione dei fabbisogni occupazionali è definito da una struttura formale ad approccio ibrido, sviluppata intorno a due formulazioni modellistiche tra loro strettamente collegate., ma concettualmente separabili. La prima, di ispirazione fortemente teorica, presiede alla simulazione del contesto macroeconomico, mentre la seconda, di ispirazione statistico-econometrica, produce le disaggregazioni al livello di dettaglio richiesto dall’analisi. La prima formulazione è costituita da un modello dinamico che utilizza informazione macroeconomica di fonte statistica ufficiale, definisce il blocco aggregato, o "core" del modello. La seconda formulazione è definita da una serie di relazioni di natura prevalentemente statistica che forniscono la disaggregazione dell’informazione ottenuta attraverso il primo modello.

Presidio evoluzione normativa e regolamentare. Dicembre 2018

Dicembre, 2018

INAPP

In questo documento vengono presentati gli aggiornamenti normativi effettuati da parte delle amministrazioni regionali nell’anno scolastico e formativo di riferimento 2016-17. A seguito della messa a punto della Riforma scolastica, varata con la Legge 107/2015, sono stati approvati nell’aprile del 2017 i decreti delegati per il riordino degli istituti professionali. La riforma, attraverso una serie di modifiche rispetto alle metodologie didattiche e all’organizzazione scolastica, ha condotto a una nuova offerta di Istruzione professionale, con una ridefinizione e un aumento degli indirizzi e il potenziamento delle attività pratiche e laboratoriali.

Analisi di progetti di formazione, per lo sviluppo di competenze digitali e di competenze innovative, derivati dalle strategie del Piano Impresa 4.0. Dicembre 2018

Dicembre, 2018

INAPP

Il Piano Nazionale Impresa 4.0 ha dato vita nel nostro Paese ad un ecosistema dell’innovazione i cui attori interagiscono e collaborano nell’intento di accompagnare l’industria manifatturiera verso un processo di progressiva digitalizzazione. Gli attori di questo sistema sono i Competence Center, i Digital Innovation Hub, i Cluster, le Smart Factory, le imprese sia di grandi dimensioni che PMI, ma anche i sistemi dell’istruzione e della formazione. Ognuno di questi sistemi ha una sua identità, una specifica configurazione giuridica, un diverso ruolo rispetto al processo dell’innovazione.

Indagine sulle competenze chiave possedute dagli allievi IeFP in ingresso ai percorsi AF 2018-2019. Dicembre 2018

Dicembre, 2018

INAPP

La fase sperimentale, che connota la prima applicazione operativa del modello di valutazione di alcune competenze chiave, promosso da INAPP, è un passaggio ineludibile per la messa a punto del modello stesso, in quanto ne consente una verifica attraverso la raccolta di dati e l’analisi della loro significatività. La fase sperimentale affrontata è quindi stata pensata e realizzata come punto di osservazione privilegiato per verificare il modello di valutazione definito (impianto, prove, strumenti) nella consapevolezza che l’applicazione empirica costituisce un try-out, un campo di prova, necessario al consolidamento del modello stesso.

L’evoluzione dei sistemi europei di formazione. Dicembre 2018

Dicembre, 2018

INAPP

Il presente rapporto di ricerca è dedicato a un segmento dei sistemi formativi che è centrale per favorire l’inserimento dei giovani nel mercato del lavoro: il sistema duale. Sono stati presi in considerazione i sistemi duali di tre Paesi europei: Austria, Francia e Italia. La comparazione tra questi sistemi si concentra su alcuni ambiti considerati fondamentali per valutare il funzionamento e l’efficacia della formazione duale: governance; attrattività, ossia capacità dei sistemi duali di attrarre i giovani e le imprese; qualità della formazione; innovazione, ovvero impatto delle trasformazioni dei sistemi e dei processi produttivi sui sistemi del lavoro e quindi sulla formazione.

L'apprendistato formativo:esperienze, modelli territoriali d'intervento e comparazione con i sistemi duali di altri paesi. Studio preliminare. Dicembre 2018

Dicembre, 2018

INAPP

Il presente documento contiene le griglie d’intervista in presenza, elaborate da INAPP nell’ambito dell’attività “Servizi per la realizzazione di studi di caso sull’apprendistato formativo”, al fine di individuare, nel territorio italiano, esperienze, modelli territoriali di intervento, buone prassi, nonché le criticità delle esperienze di apprendistato di I e III livello. Per quest’ultima tipologia di apprendistato formativo, sono presi in considerazione solo i percorsi di Istruzione Tecnica Superiore (ITS). Il quadro normativo di riferimento è costituito dai vigenti d.lgs 81/2015 e decreto interministeriale 2015, con possibili nessi anche alla normativa precedente, ossia il d.lgs. 167/2011.

Analisi dell’implementazione della Peer Review nelle diverse filiere dell’offerta formativa. Dicembre 2018

Dicembre, 2018

INAPP

La metodologia di Peer Review è stata applicata agli istituti di IFP e testata attraverso alcuni progetti pilota nel quadro del Programma Leonardo. Lo scopo dei progetti era testare l'adattamento all'istruzione e alla formazione professionale di un approccio che aveva già ottenuto risultati positivi se applicato in altri contesti educativi.

Analisi dei sistemi regionali di accreditamento per la formazione (analisi desk). Novembre 2018

Novembre, 2018

INAPP

Il presente documento vuole offrire un patrimonio conoscitivo dei sistemi di accreditamento regionali/provinciali. Visto il ruolo strategico che l’accreditamento ricopre per l’assicurazione della qualità della formazione, l’attività di analisi dei sistemi regionali ha costituito un’attività importante dell’INAPP sin dalle prime sperimentazioni regionali in tema di accreditamento. La principale finalità della più recente attività di analisi è mettere in trasparenza il livello di adesione e di coerenza dei dispositivi di accreditamento regionali con il set di requisiti stabilito dall’Accordo della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano del marzo 2008 a un decennio dalla sua approvazione.

Monitoraggio della sperimentazione del sistema duale e presidio dell’avanzamento del sistema (Rapporto annuale + Open data). Novembre 2018

Novembre, 2018

INAPP

Il presente report costituisce l’esito della prima rilevazione completa sui percorsi sperimentali del sistema duale della IeFP relativi all’annualità 2016-17, realizzata dall’Inapp per conto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, e portata avanti con i referenti regionali sulla base di uno strumento di rilevazione approntato dall’Istituto.

Primo Rapporto sull’analisi dei processi d’implementazione del REI. Novembre 2018

Novembre, 2018

INAPP

Il report effettua un' analisi suI reddito di Inclusione (REI), prima misura strutturale a carattere nazionale di sostegno al reddito per i più indigenti che arriva il primo gennaio del 2018. Il senso del lavoro che qui si presenta è appunto quello di dar conto di un processo e di un meccanismo costruito per cercare di contrastare la povertà e creare le condizioni per contenere e frenare processi di esclusione ed emarginazione sociale. Si tratta di un’analisi connotabile come lavoro di indagine preliminare e di sfondo per contribuire alla raccolta di elementi di conoscenza del percorso di realizzazione del REI nei suoi primi sei mesi di avvio dal punto di vista di chi governa e segue il processo a livello regionale.

Il sistema duale nella IeFP. I percorsi in apprendistato. Novembre 2018

Novembre, 2018

INAPP

L’apprendistato, deve essere inteso come un unico sistema che presenta due distinte fonti di finanziamento (fondi ordinari destinati alla formazione in apprendistato e fondi stanziati per la sperimentazione del sistema duale) e diverse modalità di pianificazione, organizzazione ed erogazione della formazione. Il report analizza la partecipazione degli apprendisti ai percorsi di formazione duale in IeFP nell'ambito della sperimentazione duale.

Orientare ed educare i giovani al lavoro ed alla politica

Ottobre, 2018

Pavoncello, Daniela

L'orientamento si configura come sistema di servizi olistici ed integrati rivolti alle diverse necessità di orientamento degli individui che ricevono servizi erogati da diverse strutture, le quali si fanno carico delle singole esigenze personali e professionali. Per di più, visto che l'individuo vive lungo il proprio arco di vita diversi passaggi e transizioni, fra formazione e lavoro, l'orientamento acquista una dimensione sempre più ampia.

Previsioni di occupazione di medio-termine

Ottobre, 2018

INAPP

Previsioni di occupazione di medio termine: analisi per genere e classi di età.

Manuale dello stage in Europa. Ottobre 2018

Ottobre, 2018

INAPP

Nel novembre 2011 è stata pubblicata la prima edizione del “Manuale dello stage in Europa”, una guida pratica che forniva suggerimenti, notizie, informazioni e riferimenti utili per cercare, organizzare e affrontare al meglio un’esperienza di stage in Europa. Il testo si rivolgeva principalmente ai giovani che intendessero svolgere un tirocinio in Europa, ma anche agli operatori dell’orientamento e della formazione come utile strumento di lavoro. La prima edizione del Manuale è stata seguita da altre tre edizioni, l’ultima delle quali pubblicata nel novembre 2015. Tutte le copie cartacee delle diverse edizioni del Manuale sono andate esaurite in pochi mesi. Sulla base del successo del volume, si è ritenuto opportuno sviluppare una versione digitale del Manuale, fruibile via web e smartphone, che consentisse di aggiornarne in tempo reale i contenuti. Inoltre la realizzazione di un sito web e soprattutto di un’app mobile consentiva di raggiungere più facilmente un’utenza costituita prevalentemente da giovani.

Vecchie e nuove tutele del lavoro nell’economia collaborativa. Ottobre 2018

Ottobre, 2018

INAPP

L' obiettivo dell' analisi è indirizzato verso la costruzione di un percorso per concorrere alla definizione di una concreta e organica proposta di tutela economica e sociale dei soggetti che operano nella economia delle piattaforme digitali. Il modello di tecno regolazione presentato da INAPP nelle relazioni lavorative tra labour platform e lavoratori digitalizzati si fonda su due assi di intervento: il primo volto ad introdurre la figura dell’intermediatore digitale, attualizzando la disciplina vigente in tema di “gestori internet”, il secondo volto al tracciamento delle transizioni all’interno del mercato digitale (market place) che il gateway pubblico controlla, mediante un sistema di tecno regolamentazione che può utilizzare, per raggiungere gli obiettivi prefissati, le possibilità offerte dalla tecnologia blockchain. Il modello presentato è denominato come Sistema Integrato per la regolamentazione e la tutela del lavoro Crowd (SIC).

Rapporto di ricerca sulle Governance territoriali. Ottobre 2018

Ottobre, 2018

INAPP

Il report riporta una sintesi delle attività realizzate dalla Struttura inclusione sociale dell’Inapp in relazione all’attività “Analisi dell'integrazione dei servizi sociali e dei servizi di politica attiva del lavoro ai fini dello studio dei processi d'implementazione del rei nei diversi ambiti territoriali” -

Social agriculture: experimentation of a sustainable inclusion laboratory

Settembre, 2018

Pavoncello, Daniela

Il documento offre una panoramica completa dell'agricoltura sociale in Europa e in Italia, presenta, inoltre, i risultati di un'indagine su 1197 organizzazioni sociali come aziende agricole sociali, istituzioni pubbliche, cooperative e altre entità che offrono attività per le persone con disabilità.

Entrepreneur preferences and firm investment

Settembre, 2018

De Blasio, Guido ; Ricci, Andrea

Il documento si sofferma sul ruolo del rischio imprenditoriale sulle performance dell'impresa stessa. Sono stati utilizzati i dati della Rilevazione Impresa Lavoro (RIL) del 2015 condotta da INAPP su un campione rappresentativo di aziende italiane. Si sottolinea che il documento è una preliminary version, così come indicato all'interno del file allegato.

“L’esperienza dei protagonisti”. La governance del sistema professionalizzante nel Paese

Settembre, 2018

Crispolti, Emmanuele

Sul versante del sistema IeFP, negli ultimi anni molte cose sono successe: a livello di filiera l’avvio del sistema duale ed il processo di revisione del regime della sussidiarietà sembrano essere i due eventi maggiormente significativi. Dal punto di vista più generale delle politiche del lavoro e del governo del sistema, il processo di ridefinizione delle competenze (decreto 150/2015) e l'esito negativo del referendum sulla riforma costituzionale (che ha bocciato l’ipotesi di accentramento delle competenze allo Stato, confermando l’attuale assetto istituzionale) costituiscono gli snodi di una fase caratterizzata da grande instabilità. In questo panorama, l’insieme dei percorsi IeFP continuano a configurarsi come un sistema efficiente nel coniugare la formazione sulle competenze di base con quella professionalizzante e nel promuovere l’ingresso nel mercato del lavoro.

Training expenditure, agglomeration externalities and productivity: firm level evidence from Local Labour Market. Paper

Settembre, 2018

Bratti, Massimiliano ; Brunetti, Irene ; Ricci, Andrea

Il paper indaga su come il totale dei costi della formazione influisca sulla produttività del lavoro. A questo scopo, sono stati utilizzati i dati derivati ​​dal rilevamento Rilevazione Imprese e Lavoro (RIL) condotto nel 2010 e nel 2015 su un campione rappresentativo di aziende italiane.

L'integrazione degli immigrati in Italia. Concetti, metodi e dati. Paper

Settembre, 2018

Pomponi, Francesco

Il presente lavoro pone attenzione al tema dell’integrazione degli immigrati nel nostro Paese, in particolare sugli aspetti relativi alla sua concettualizzazione e misurabilità. Partendo dai numerosi riferimenti presenti in letteratura, sono sommariamente descritti i principali, a livello europeo e nazionale, sistemi di indicatori sviluppati per rappresentare e misurare nel tempo il processo di integrazione dei gruppi di immigrati e le politiche per l’integrazione nei paesi analizzati. La situazione Italiana è sinteticamente descritta sulla base dei macro-risultati emersi dai due principali sistemi di indicatori: il sistema di indicatori UE (curato da Eurostat) e il MIPEX che invece misura le politiche a favore dell’integrazione degli Stati coinvolti.

Gains and losses from fixed-term contracts among heterogeneous firms. Evidence from Italian firms. Paper

Settembre, 2018

Cirillo, Valeria ; Ricci, Andrea

Indagine sulla relazione tra utilizzo dei contratti a tempo determinato, produttività, salario e imprese. Sono stati utilizzati i dati derivati ​​dalla Rilevazione su Imprese e Lavoro (RIL) condotta da INAPP nel 2007, 2010 e 2015 su un campione rappresentativo di aziende italiane.

New European Economic Governance and decentralisation of the collective bargaining structure in Italy: did it work out? Paper

Settembre, 2018

Bergamante, Francesca ; Marocco, Manuel

Il paper è stato prodotto come contributo alla "Industrial relations in Europe Conference (IREC) 2018" – tenutasi a Lovanio dal 10 al 12 settembre 2018 – nell'ambito più specifico del Theme 3 "European social and economic governance: consequences for industrial relations and labour law". Con un approccio interdisciplinare, si approfondisce il tema della rappresentanza datoriale e della contrattazione collettiva utilizzando la banca dati INAPP-Ril. Riassumendo le principali evidenze, si deve concludere che, apparentemente, il baricentro del sistema di contrattazione collettiva italiano, il “Contratto collettivo nazionale di Lavoro”, non è stato intaccato dalla spinta “multilivello” – europea, legislativa e delle parti sociali – a favore del decentramento di questo sistema.

L’andamento dell'occupazione e l'evoluzione della formazione in apprendistato. Settembre 2018

Settembre, 2018

INAPP

Il XVIII Rapporto sull’apprendistato realizzato da Inapp, in collaborazione con Inps, ricostruisce il quadro dell’andamento dell’occupazione in apprendistato, avvalendosi dei dati amministrativi Inps che riguardano il triennio 2014-2016. Il volume prosegue con un’analisi dell’offerta di formazione pubblica e delle risorse impegnate e spese dalle Regioni e Province autonome nel corso del 2016, ultima annualità disponibile dei dati forniti dalle amministrazioni regionali. Con riferimento alla stessa annualità, si presenta lo stato di attuazione dell’apprendistato professionalizzante, mentre per l’apprendistato di primo e di terzo livello l’analisi sullo stato di avanzamento si estende al 2016. L’utilizzo delle tre tipologie di apprendistato viene esaminato rispetto sia alla partecipazione degli apprendisti agli interventi programmati dalle Regioni e Province autonome, sia al ventaglio delle discipline contrattuali e dei provvedimenti assunti dalle amministrazioni regionali nel corso del 2016.

Studio normativo nazionale e regionale in materia di politiche sociali, con particolare riferimento all’integrazione tra servizi sociali e servizi di politica attiva del lavoro. Settembre 2018

Settembre, 2018

INAPP

Il tema del contrasto alla povertà è un obiettivo che ha assunto negli ultimi anni caratterizzati dalla crisi economica una dimensione qualitativa e quantitativa sempre più rilevante. Il diritto all’ assistenza previsto agli articoli 2, 3 e 38 della Costituzione, si esplica storicamente nel nostro Paese attraverso un mix di servizi e di prestazioni monetarie, con una prevalenza di queste ultime. Altro aspetto che caratterizza l’attuazione di tale diritto è rappresentato dall’estrema frammentazione nel suo finanziamento. L’approfondimento che segue darà conto principalmente della recente riforma prevista dal Decreto attuativo n. 147/2017, per ciò che concerne alcuni aspetti tecnico-procedurali del REI, definito quale “livello essenziale delle prestazioni sociali”.

Percorsi di IeFP e presidio dell’avanzamento del sistema IeFP (Rapporto annuale + Open data) a.f. 2016-17. Settembre 2018

Settembre, 2018

INAPP

Il testo si articola in 5 capitoli. Il primo descrive le novità intercorse nel quadro normativo nel corso dell’ultimo anno; il secondo presenta la partecipazione alle diverse tipologie di percorsi IeFP; il terzo riporta gli esiti, con riferimento a qualificati e diplomati; il quarto descrive un quadro sintetico delle finalità e della provenienza delle risorse finanziarie. Il quinto riporta alcune considerazioni, alla luce dei dati presentati e delle evidenze emergenti.

Congedi parentali e leave policies: un confronto internazionale. Luglio 2018

Luglio, 2018

INAPP

Il paper ha come obiettivo delineare, su base nazionale ed internazionale, il quadro attuale relativo all’istituto del congedo parentale, sia in chiave normativo-procedurale sia in termini di strategia politica.

Indagine sul fenomeno della dispersione formativa: presidio e studio preliminare. Luglio 2018

Luglio, 2018

INAPP

L’intento generale di questo studio è quello di raccogliere una ricca base di dati sull’abbandono scolastico e formativo in Italia, attraverso una grande indagine campionaria, con l’obiettivo di esplorare in profondità il profilo del giovane “disperso”, nonché le ragioni e le dinamiche che presiedono e accompagnano la fuoriuscita dei giovani dal sistema educativo. Focalizzandosi sul target dei dispersi, la ricerca si propone, quindi, di gettare luce sugli attori sociali, sulle istituzioni, sugli ambienti educativi e sulle condizioni che facilitano, o, all’opposto, ostacolano il successo formativo.

Incentivi al lavoro a tempo indeterminato e contratto a tutele crescenti. Una stima dell’impatto sulle nuove assunzioni nel 2015 e nel 2016. Giugno 2018. Report

Giugno, 2018

INAPP ; Centra, Marco ; Gualtieri, Valentina

Nel biennio 2015-2016 le rispettive leggi di stabilità hanno reso disponibili incentivi alle assunzioni nel lavoro a tempo indeterminato. Nel marzo 2015 è stato inoltre introdotto, nell’ambito delle riforme del mercato del lavoro volute dal Jobs Act, il c.d. contratto a tutele crescenti, a parziale riordino delle tutele sul licenziamento nel lavoro subordinato. In questo ambito, le attività di analisi dell'Inapp hanno prodotto due studi valutativi: quello cui la presentazione fa riferimento è finalizzato a verificare se gli incentivi abbiano avuto un impatto anche sulle cessazioni di rapporti di lavoro a tempo indeterminato, vale a dire se i rapporti avviati grazie agli incentivi mostrino una probabilità di cessazione significativamente diversa.

L’indebitamento familiare come nuova metrica per l'analisi del mercato del lavoro post-industriale. Giugno 2018

Giugno, 2018

INAPP

Secondo una nota ricostruzione delle tendenze in atto in Europa nei sistemi di relazioni industriali negli ultimi decenni si sarebbe affermata una “traiettoria comune in direzione neoliberista” come espressione di un' ulteriore fase del capitalismo avanzato. Caratteristica fondamentale di processo sarebbe, nella specifica sfera delle relazioni industriali, l’espansione della discrezionalità del datore di lavoro nella determinazione del salario, nella organizzazione del lavoro e nelle decisioni di assunzione e licenziamento dei lavoratori. Il paper intende verificare se, e come, questa “traiettoria comune” abbia impattato anche sui sistemi di protezione sociale, spostando il campo di indagine dal sistema di relazioni industriali a quello delle tutele e protezioni sociali degli individui.

Autonomia e controllo sul lavoro nell’era del cambiamento tecnologico. Evidenze dalle indagini Inapp sulla Qualità del lavoro in Italia. Giugno 2018

Giugno, 2018

INAPP

L’INAPP si occupa da molti anni (anche grazie a specifiche indagini campionarie) dei temi legati al mondo lavoro, con uno sguardo rivolto sia alla domanda che all’offerta di lavoro, e con un’attenzione peculiare nei confronti della qualità del lavoro. Il presente contributo intende mostrare come le dimensioni dell’autonomia e del controllo si siano modificate nel tempo utilizzando le diverse wave dell’Indagine Inapp sulla Qualità del Lavoro in Italia (2006, 2010 e 2015), anche per leggere tali dinamiche alla luce della “next production revolution” e delle sue implicazioni di policy.

Agricoltura sociale: un laboratorio di inclusione per le persone con disabilità

Giugno, 2018

Pavoncello, Daniela

Il rapporto raccoglie i risultati della ricerca "Farming for healt: l'Agricoltura Sociale come opportunità per l'inclusione sociale delle persone con disabilità". L'indagine quali-quantitativa, presentata in questo rapporto, ha come oggetto quello di analizzare le pratiche di Agricoltura Sociale (AS) realizzate a livello nazionale ed europeo per favorire la partecipazione attiva e l'inclusione sociale delle persone con disabilità, partendo da una ricognizione delle esperienze più significative.

Indagine quantitativa e qualitativa sul fenomeno della dispersione formativa: studio metodologico preparatorio. Giugno 2018

Giugno, 2018

INAPP

Studio metodologico e preparatorio all'indagine Inapp sulla dispersione scolastica e formativa.

Il lavoro nelle piattaforme digitali. Marzo 2018

Marzo, 2018

INAPP ; De Minicis, Massimo ; Marocco, Manuel

Dalla fine degli anni ’70 una sempre maggiore innovazione tecnologica della produzione ed il rinnovamento dell’organizzazione del lavoro hanno rappresentato gli assi strategici per la ridefinizione delle strutture produttive del capitale industriale. L’origine di questa nuova filosofia della produzione è individuabile nelle tecniche produttive basate sul principio della produzione “snella”,

Occupazione femminile e gender policies: un confronto internazionale. Marzo 2018

Marzo, 2018

INAPP

Il presente paper, partendo dalla fotografia di un mercato del lavoro femminile a diverso livello di complessità nel quadro europeo, ha come obiettivo fornire alcuni spunti di riflessione e alcune chiavi interpretative circa l’eventuale comparabilità tra i paesi e il livello di “importabilità” di politiche adottate in altri contesti per innalzare i tassi di occupazione delle donne. A questa analisi di carattere comparativo, seguono alcuni approfondimenti relativi a singoli paesi, che illustrano la situazione del mercato del lavoro femminile rispetto agli indicatori socio economici citati e la rilevanza di misure di policy prodotte in specifici contesti.

Verso una ripresa dell'apprendistato : 17. rapporto di monitoraggio

Febbraio, 2018

INAPP ; INPS ; D'Agostino, Sandra ; Vaccaro, Silvia

Rapporto sull’apprendistato realizzato da Inapp, in collaborazione con Inps, ricostruisce il quadro dell’andamento dell’occupazione in apprendistato, avvalendosi dei dati amministrativi Inps che riguardano il triennio 2014-2016. Il volume prosegue con un’analisi dell’offerta di formazione pubblica e delle risorse impegnate e spese dalle Regioni e Province autonome nel corso del 2015, ultima annualità disponibile dei dati forniti dalle amministrazioni regionali.

Contratti a tempo determinato, produttività e salari: evidenze empiriche.

error, 2018

INAPP ; Brunetti, Irene ; Cirillo, Valeria ; Ricci, Andrea

Questo studio analizza empiricamente le implicazioni delle riforme “al margine” del mercato del lavoro per la competitività delle imprese in termini di produttività e salari. In particolare, l’attenzione si focalizza sulla propensione ad utilizzare contratti a tempo determinato e, quindi, sugli incentivi ad accumulare capitale umano on-the-job attraverso meccanismi informali.

Supporto alle attività di coordinamento inter istituzionale e tra programmi operativi sui temi della disabilità

Dicembre, 2017

Chiurco, Lucia ; Franceschelli, Raffaella ; Taricone, Francesca

Il Rapporto raccoglie i risultati del progetto “Supporto alle attività di coordinamento inter istituzionale e tra programmi operativi sui temi della disabilità”, Asse 4 – Capacità amministrativa, priorità di investimento: 11.ii. Il file del Rapporto è sotto embargo in quanto presso l'Autorità di gestione.

Verso una ripresa dell'apprendistato : 17. rapporto di monitoraggio : Executive Summary

Novembre, 2017

INAPP ; INPS ; D'Agostino, Sandra ; Vaccaro, Silvia

Sintesi del XVII Rapporto sull’apprendistato realizzato da Inapp, in collaborazione con Inps, ricostruisce il quadro dell’andamento dell’occupazione in apprendistato, avvalendosi dei dati amministrativi Inps che riguardano il triennio 2014-2016. Il volume prosegue con un’analisi dell’offerta di formazione pubblica e delle risorse impegnate e spese dalle Regioni e Province autonome nel corso del 2015, ultima annualità disponibile dei dati forniti dalle amministrazioni regionali.

17. Rapporto sulla formazione continua

Ottobre, 2017

INAPP

Il Rapporto annuale sulla Formazione continua consente di avere una visione di insieme delle dimensioni assunte in Italia dal fenomeno dell’apprendimento permanente, finalizzato alla crescita delle competenze professionali e del capitale umano, e della sua diffusione nelle aziende e nei luoghi di lavoro, così come dell’evoluzione del quadro delle misure di sostegno e delle opportunità esistenti per i lavoratori e le imprese.

Piano nazionale per la garanzia di qualità del sistema di istruzione e formazione

Ottobre, 2017

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ; Ministero dell'Istruzione dell'Universita e della Ricerca ; Regioni e Province Autonome ; Coordinamento regionale

Il Piano nazionale per la garanzia di qualità del sistema di Istruzione e Formazione professionale si colloca nel contesto italiano caratterizzato dalla presenza di molteplici attori istituzionali a livello nazionale e regionale e dal rilevante ruolo delle Parti Sociali. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, le Regioni e le Province Autonome, condividendo le finalità e i vantaggi connessi all’attuazione della Raccomandazione europea EQAVET, hanno concordato sull’opportunità di individuare un quadro di riferimento comune per l’assicurazione della qualità del sistema di Istruzione e Formazione, che garantisca scelte e dispositivi omogenei, lasciando altresì all’autonomia dei diversi soggetti interessati le decisioni su ulteriori evoluzioni e declinazioni territoriali. In questa cornice, il presente documento si candida ad offrire delle “linee guida” per l’azione dei vari soggetti coinvolti che devono muoversi, ognuno nel proprio ambito di competenza, in maniera coordinata e condivisa. In questa cornice, il presente documento si candida ad offrire delle “linee guida” per l’azione dei vari soggetti coinvolti che devono muoversi, ognuno nel proprio ambito di competenza, in maniera coordinata e condivisa.

Procedura per la manutenzione (aggiornamento e sviluppo) dell'Atlante del lavoro e delle qualificazioni con riferimento al Decreto interministeriale del 30 giugno 2015

Settembre, 2017

Mazzarella, Riccardo ; Porcelli, Rita

Obiettivo del documento è definire le caratteristiche del processo di aggiornamento e sviluppo dell’Atlante del lavoro e delle qualificazioni, viste le indicazioni previste dal Decreto interministeriale del 30 giugno 2015, con riferimento alle fasi di lavoro, alle risorse disponibili e ai prodotti da elaborare in esito a tale processo. In questa logica vuole quindi rappresentare un documento in progress che pone le premesse metodologiche necessarie per la realizzazione, la replicabilità e la sostenibilità di tale processo.

Sperimentazione del sistema duale nella IeFP. Analisi dello stato di avanzamento delle programmazioni regionali

Luglio, 2017

INAPP

Analisi dei dati della sperimentazione del sistema duale per monitorare lo stato di avanzamento delle programmazioni regionali. Risultati conseguiti - in termini di percorsi avviati e di allievi iscritti per tipologia di percorso e modalità d’intervento - nonché impegni di spesa assunti dalle Regioni a valere sulle risorse assegnate dal Ministero del Lavoro per la sperimentazione. L’analisi si concentra sullo stato di avanzamento fisico e finanziario del progetto al 31/12/2016 nelle 19 Regioni che hanno aderito alla sperimentazione e non riguarda, pertanto, le Province di Trento e Bolzano che non vi partecipano.

La IeFp tra scelta vocazionale e seconda opportunità. XV Rapporto di monitoraggio delle azioni formative realizzate nell’ambito del diritto-dovere: a.f. 2015-16

Luglio, 2017

INAPP

Il presente rapporto riguarda lo stato dell’arte dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale, con riferimento all’annualità formativa 2015-16 (anno solare 2015, per le risorse finanziarie). Il documento è stato redatto dall’Inapp, per conto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali al fine di descrivere lo stato di avanzamento del sistema IeFP, a partire dalla rilevazione congiunta MLPS-MIUR.

Rapporto per l'Italia sul terzo ciclo di monitoraggio e valutazione dell'attuazione del Piano di azione internazionale di Madrid sull'invecchiamento e la sua strategia regionale (MIPAA/RIS) : 2012-2017

Maggio, 2017

INAPP ; Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Il rapporto fornisce il quadro dei mutamenti che, nel periodo considerato (2012-2016), sono intervenuti nei vari ambiti di policy in materia di invecchiamento attivo, distinguendo norme e misure varate a livello nazionale e quelle di competenza delle Regioni e Province Autonome; inoltre, i dati statistici più significativi, utili ad illustrare l’impatto o almeno alcune dimensioni della popolazione anziana interessata alle specifiche misure descritte. Disponibile anche su

Il punto su l'Accountability e l'Accreditamento degli enti del Terzo Settore

Maggio, 2017

Ranieri, Cristiana

Contributo alla sistematizzazione delle basi conoscitive per il rafforzamento del ruolo dell’economia sociale nel sistema di welfare a regia pubblica in materia di rendicontazione sociale, delle componenti di valore e impatto sociale, e di relazione tra accountability e accreditamento nel sistema di registrazione degli enti non profit, nel merito dei contenuti espressi dalla Riforma all’ art. 4 lettera m) e lettera o) e all’art. 7.Disponibile anche su

Co-progettazione per la diffusione degli orientamenti delle Linee Guida ANAC

Aprile, 2017

Bartoli, Giovanni ; Menegatti, Valentina ; Ranieri, Cristiana ; Russo, Ada

Completamento della ricognizione normativa in materia di coprogettazione sul Terzo settore, avviata nel 2015, delle 21 regioni e delle Province autonome. A tal fine, è stata predisposta una tavola di raccolta e sistematizzazione dei riferimenti normativi/amministrativi articolata nei seguenti campi: leggi regionali; atti di provenienza regionale; atti amministrativi sub-regionali. L’analisi desk ha confermato l’esistenza di una eterogeneità e varietà di modelli di disciplina dell’istituto e di conseguente applicazione regionale. Disponibile anche su

Primo rapporto di monitoraggio sui registri nazionali e territoriali delle organizzazioni non profit

Aprile, 2017

INAPP

Il Rapporto è legato al processo di riforma del Terzo settore e contiene, sistematizzate e finalizzate a un immediato utilizzo, informazioni sui registri delle organizzazioni non profit raccolte dall’Isfol – GdR "Sistematizzazione delle basi conoscitive per il rafforzamento del ruolo dell’economia sociale nel sistema di welfare a regia pubblica" nel primo semestre 2016. Disponibile anche su

Secondo rapporto di monitoraggio sui registri nazionali e territoriali delle organizzazioni non profit

Aprile, 2017

INAPP

Secondo rapporto di monitoraggio sui registri nazionali e territoriali delle organizzazioni non profit sui Registri tenuti a livello centrale da istituzioni e da privati, con un’articolazione interna che prevede un aggiornamento sulla normativa, nazionale e regionale di attuazione dei principi della riforma e la descrizione ragionata dei registri centrali/nazionali del Terzo settore, finora reperiti, tramite l’uso di schede che descrivono gli elementi costitutivi dei registri. Disponibile anche su

Piano di azione internazionale di Madrid sull’invecchiamento. Rapporto per l’Italia 2012- 2017

Febbraio, 2017

INAPP

La stesura del Rapporto è parte dell’attività INAPP di monitoraggio dei progressi compiuti dall’Italia nella messa in opera del Piano di azione internazionale per l’invecchiamento di Madrid (MIPAA) e affianca la raccolta di informazioni sulle politiche pubbliche e le buone prassi di intervento, nonché la partecipazione ai lavori del Working Group on Ageing attivato dall’UNECE sin dal 2008.

Pari dignità e pieno sviluppo della persona. La qualità del lavoro in Italia e in Europa

Febbraio, 2017

Bulgarelli, Aviana

Sono tre gli aspetti del tema della qualità del lavoro affrontati all'interno del contributo: 1) il concetto della qualità del lavoro; 2) lo stato e l’evoluzione delle dimensioni della qualità del lavoro in Europa e in Italia; 3) alcune sfide da affrontare per migliorare la qualità del lavoro in Italia.

Verso il Sostegno per l’inclusione attiva: il processo di implementazione della Carta acquisti sperimentale (un'indagine qualitativa)

Gennaio, 2017

INAPP

L’INAPP ha previsto la realizzazione di una specifica valutazione sulla sperimentazione del sostegno per l’inclusione attiva (nota anche come «nuova carta acquisti» o «nuova social card»). Il rapporto analizza, attraverso un’indagine di tipo qualitativo, il processo di implementazione della sperimentazione della Carta acquisti sperimentale (Cas) attraverso i diversi ‘punti di vista’ dei soggetti coinvolti a vario titolo nell’attuazione della misura. Gruppo di lavoro: Giovannina Assunta Giuliano, Matteo D'Emilione, Monica Esposito, Luca Fabrizi, Daniela Luisi, Marco Marucci, Germana Monaldi, Paolo Raciti, Alessandro Rizzo, Alessia Rosiello, Simona Tenaglia, Simona Testana, Paloma Vivaldi Vera. Il lavoro di rilettura e rielaborazione e dei testi è a cura di Matteo D'Emilione, Giovannina Assunta Giuliano, Germana Monaldi, Paolo Raciti, Simona Testana, Paloma Vivaldi Vera.

Elementi di quadro e approcci metodologici finalizzati ad uno studio progettuale per la costruzione di partenariati pubblico/privati per la competitività e l'inclusione sociale

Dicembre, 2016

Catalano, Nicola

Studio progettuale per la proposta di linee guida finalizzate alla definizione della cornice in cui dovrebbero operare le amministrazioni nazionali e regionali per la sperimentazione, su piccola scala, di un modello di ricerca-azione che integri sviluppo di cluster di imprese, riduzione delle disparità e contrasto alla povertà, declinando una metrica di responsabilità sociale e civile, mobilitando competenze e conoscenze delle comunità scientifiche e della società civile, nel solco del partenariato sociale e civile. Disponibile anche su

Istruzione e Formazione in Europa. Italia. Rapporto preliminare

Dicembre, 2016

INAPP ; Refernet

I report Cedefop-ReferNet offrono una panoramica del sistema nazionale di istruzione e formazione dei Paesi membri UE, Islanda e Norvegia al fine di rendere conoscibili le caratteristiche salienti, il ruolo che il sistema VET esplica in una prospettiva di apprendimento lungo l’arco della vita e la sua rilevanza ed interazione con il mercato del lavoro in ciascun Paese.